Android Lollipop

Display vari di dispositivi tra cui un orologio, un cellulare e un tablet con orientamento orizzontale su cui è mostrato Android 5.0

Benvenuto in Android 5.0 Lollipop, la versione più grande e ambiziosa di sempre per Android!

Questa release è ricca di nuove funzionalità per gli utenti e migliaia di nuove API per gli sviluppatori. una funzionalità che estende ulteriormente Android, ad esempio telefoni, tablet, indossabili, TV e auto.

Per un'occhiata più da vicino alle nuove API per sviluppatori, consulta la panoramica dell'API Android 5.0. In alternativa, scopri di più su Android 5.0 per i consumatori all'indirizzo www.android.com.

Nota: l'aggiornamento ad Android 5.1 Lollipop MR1 è disponibile con funzionalità e correzioni aggiuntive. Per maggiori informazioni, consulta la panoramica dell'API Android 5.1.

Material Design

Android 5.0 porta il Material Design su Android e offre un toolkit per la UI ampliato per integrare facilmente i nuovi modelli di progettazione nelle app.

Le nuove viste 3D ti consentono di impostare un livello z per sollevare gli elementi dalla gerarchia delle visualizzazioni e trasmettere ombre in tempo reale, anche quando si spostano.

Le transizioni di attività integrate portano l'utente da uno stato all'altro in modo fluido da uno stato all'altro con bellissimi movimenti animati. Il tema dei materiali aggiunge le transizioni per le tue attività, inclusa la possibilità di utilizzare elementi visivi condivisi nelle varie attività.

Per guardare di nuovo il film, fai clic sullo schermo del dispositivo

Le animazioni Onde sono disponibili per pulsanti, caselle di controllo e altri controlli touch nella tua app.

Puoi anche definire i disegni vettoriali in XML e animarli in vari modi. I disegnabili vettoriali scalano senza perdere definizione, pertanto sono perfetti per le icone in-app a un colore.

Un nuovo thread di elaborazione gestito dal sistema chiamato RenderThread mantiene le animazioni fluide anche in caso di ritardi nel thread dell'interfaccia utente principale.

Concentrazione sulle prestazioni

Android 5.0 offre un'esperienza di elaborazione più veloce, fluida e potente.

Ora Android viene eseguito esclusivamente sul nuovo runtime ART, sviluppato da zero per supportare una combinazione di codice pre-orario (AOT), just-in-time (JIT) e interpretato. È supportato sulle architetture ARM, x86 e MIPS ed è completamente compatibile a 64 bit.

ART migliora le prestazioni e la reattività dell'app. Un'efficiente garbage collection riduce il numero e la durata delle pause per gli eventi GC, che vengono inseriti comodamente nella finestra di sincronizzazione verticale in modo che la tua app non salti i frame. Inoltre, ART sposta dinamicamente la memoria per ottimizzare le prestazioni per gli utilizzi in primo piano.

Android 5.0 introduce il supporto della piattaforma per le architetture a 64 bit, utilizzate da NVIDIA Tegra K1 del Nexus 9. Le ottimizzazioni offrono uno spazio di indirizzi più ampio e prestazioni migliorate per determinati carichi di lavoro di computing. Le app scritte in linguaggio Java vengono eseguite automaticamente come app a 64 bit, senza bisogno di modifiche. Se la tua app utilizza codice nativo, abbiamo esteso l'NDK per supportare le nuove ABI per ARM v8, x86-64 e MIPS-64.

Android 5.0 offre prestazioni sempre più fluide e una sincronizzazione A/V migliorata. Le pipeline audio e grafiche sono state strumentate per timestamp più accurati, consentendo ad app video e giochi di visualizzare contenuti sincronizzati in modo fluido.

Notifiche

Sezione superiore del dispositivo mobile che mostra un avviso di notifica in evidenza

Le notifiche in Android 5.0 sono più visibili, accessibili e configurabili.

Se l'utente lo desidera, nella schermata di blocco potrebbero essere visualizzati dettagli di notifica variabili. Gli utenti possono scegliere di non consentire la visualizzazione di nessuna, alcune o tutte le notifiche in una schermata di blocco sicura.

Gli avvisi delle notifiche principali, come le chiamate in arrivo, vengono visualizzati in una notifica in evidenza, una piccola finestra mobile che consente all'utente di rispondere o chiudere senza uscire dall'app corrente.

Ora puoi aggiungere nuovi metadati alle notifiche per raccogliere i contatti associati (per il ranking), la categoria e la priorità.

Un nuovo modello di notifica dei contenuti multimediali offre controlli multimediali coerenti per le notifiche con un massimo di sei pulsanti di azione, inclusi controlli personalizzati come "Mi piace". Non è più necessario utilizzare RemoteView.

Le tue app sullo schermo di casa

Android TV fornisce una piattaforma TV completa per la tua app sullo schermo di casa. Android TV è incentrato su un'esperienza semplificata della schermata Home che consente agli utenti di trovare facilmente i contenuti, con consigli personalizzati e ricerca vocale.

Con Android TV ora puoi creare esperienze davvero accattivanti per i contenuti della tua app o del tuo gioco e supportare le interazioni con controller di gioco e altri dispositivi di input. Per aiutarti a creare UI cinematografiche da 3 metri per la televisione, Android fornisce un framework UI leanback nella libreria di supporto della versione 17.

Il TIF (Android TV Input Framework) (TIF) consente alle app TV di gestire gli stream video da fonti quali ingressi HDMI, sintonizzatori TV e ricevitori IPTV. Consente inoltre la ricerca e i consigli sulla TV in diretta tramite i metadati pubblicati dall'ingresso TV e include un servizio di controllo HDMI-CEC per gestire più dispositivi con un singolo telecomando.

TV Input Framework fornisce l'accesso a una vasta gamma di fonti di input per la TV in diretta e le riunisce in un'unica interfaccia utente per consentire agli utenti di sfogliare, visualizzare e godersi i contenuti. La creazione di un servizio di input TV per i tuoi contenuti può contribuire a renderli più accessibili sui dispositivi TV.

App incentrate sui documenti

Dispositivo mobile che mostra il nuovo spazio Panoramica riprogettato, precedentemente chiamato Recenti

Contenuti recenti incentrati sui documenti.

Android 5.0 introduce uno spazio Panoramica riprogettato (in precedenza chiamato Recenti) più versatile e utile per il multitasking.

Le nuove API ti consentono di mostrare attività separate nella tua app come documenti individuali insieme ad altre schermate recenti.

Puoi usufruire della simultanea di documenti per fornire agli utenti l'accesso immediato ad altri contenuti o servizi. Ad esempio, puoi utilizzare documenti simultanei per rappresentare i file in un'app di produttività, le corrispondenze dei giocatori in un gioco o le chat in un'app di messaggistica.

Connettività avanzata

Android 5.0 aggiunge nuove API che consentono alle app di eseguire operazioni simultanee con Bluetooth Low Energy (BLE), consentendo sia la scansione (modalità centrale) sia la pubblicità (modalità periferica).

Le nuove funzionalità di multi-networking consentono alle app di eseguire query sulle reti disponibili per verificare le funzionalità disponibili, ad esempio se sono Wi-Fi, cellulare, a consumo o che forniscono determinate funzionalità di rete. L'app può quindi richiedere una connessione e rispondere alla perdita di connettività o ad altre modifiche alla rete.

Le API NFC ora consentono alle app di registrare un ID applicazione NFC (AID) in modo dinamico. Possono anche impostare il servizio di emulazione della carta preferito per servizio attivo e creare un record NDEF contenente dati di testo UTF-8.

Grafica ad alte prestazioni

Il supporto di Khronos OpenGL ES 3.1 ora offre a giochi e altre app le migliori funzionalità grafiche 2D e 3D sui dispositivi supportati.

Tablet che mostra il gameplay di Rival Knights di Gameloft

Rival Knights di Gameloft utilizza l'ASTC (Adaptive Scalable Texture Compression) di AEP e Compute Shaders da ES 3.1 per offrire effetti Bloom HDR (High Dynamic Range) e fornire maggiori dettagli grafici.

OpenGL ES 3.1 aggiunge ombrer di calcolo, texture stencil, effetti visivi accelerati, compressione delle texture ETC2/EAC di alta qualità, rendering avanzato delle texture, dimensioni delle texture standardizzate e formati di buffer di rendering e altro ancora.

Android 5.0 introduce anche Android Extensions Pack (AEP), un insieme di estensioni OpenGL ES che consentono di accedere a funzionalità quali gli schermi di tassellatura e gli ombreggiatori delle geometrie, la compressione delle texture ASTC, l'interpolazione e l'ombreggiatura per campione e altre funzionalità di rendering avanzate. Con AEP puoi fornire grafica ad alte prestazioni su una gamma di GPU.

Audio più potente

Un nuovo design di acquisizione audio offre un input audio a bassa latenza. Il nuovo design include: un thread di acquisizione veloce che non si blocca mai se non durante una lettura; client di acquisizione fast track con frequenza di campionamento nativa, conteggio dei canali e profondità di bit; i client di acquisizione normali offrono ricampionamento, mix di canali su/giù e profondità di bit su/giù.

Il mixing dello stream audio multicanale consente alle app audio professionali di mixare fino a otto canali, inclusi quelli 5.1 e 7.1.

Le app possono esporre i propri contenuti multimediali e sfogliare contenuti multimediali da altre app, quindi richiederne la riproduzione. I contenuti sono esposti attraverso un'interfaccia interrogabile e non devono necessariamente trovarsi sul dispositivo.

Le app hanno un controllo più granulare sulla sintesi sintesi vocale tramite profili vocali associati a impostazioni internazionali, qualità e valutazione di latenza specifici. Le nuove API migliorano anche il supporto per il controllo degli errori di sintesi, la sintesi di rete, l'individuazione del linguaggio e il fallback di rete.

Android ora include il supporto per periferiche audio USB standard, che consentono agli utenti di collegare cuffie, altoparlanti, microfoni USB o altre periferiche digitali ad alte prestazioni. Android 5.0 aggiunge anche il supporto per i codec audio Opus.

Le nuove API di MediaSession per il controllo della riproduzione di contenuti multimediali ora semplificano la fornitura di controlli multimediali coerenti su tutti gli schermi e altri controller.

Fotocamera e video migliorati

Android 5.0 introduce tutte le nuove API per fotocamere che consentono di acquisire formati non elaborati come YUV e Bayer RAW, nonché di controllare parametri quali tempo di esposizione, sensibilità ISO e durata dei fotogrammi in base a ogni fotogramma. La nuova pipeline di fotocamere completamente sincronizzata consente di acquisire immagini YUV non compresse a risoluzione massima a 30 f/s sui dispositivi supportati.

Oltre a offrire un maggiore controllo sull'acquisizione delle immagini, le nuove API espongono anche informazioni dettagliate sulle proprietà e funzionalità della fotocamera e forniscono metadati che descrivono le impostazioni di acquisizione di ogni frame.

Le app che inviano stream video sulla rete ora possono sfruttare la tecnologia HEVC (High Efficiency Video Coding) H.265 per ottimizzare la codifica e la decodifica dei dati video.

Android 5.0 aggiunge anche il supporto del tunneling multimediale per offrire la migliore esperienza con contenuti ad altissima definizione (4K) e la possibilità di riprodurre insieme dati audio e video compressi.

Android sul luogo di lavoro

Dispositivo mobile che mostra una visualizzazione unificata delle app personali e di lavoro dell'utente, con badge per una facile identificazione

Gli utenti hanno una visualizzazione unificata delle loro app personali e di lavoro, con un badge che ne facilita l'identificazione.

Per abilitare il tuo dispositivo per gli ambienti aziendali, un nuovo processo di provisioning gestito crea un profilo di lavoro sicuro sul dispositivo. In Avvio app, le app sono contrassegnate da un badge di lavoro per indicare che l'app e i suoi dati vengono amministrati all'interno del profilo di lavoro da un amministratore IT.

Le notifiche per il profilo personale e di lavoro sono visibili in una visualizzazione unificata. I dati di ogni profilo vengono sempre tenuti separati e protetti l'uno dall'altro, anche quando la stessa app viene utilizzata da entrambi i profili.

Per i dispositivi di proprietà dell'azienda, gli amministratori IT possono iniziare con un nuovo dispositivo e configurarlo con un proprietario del dispositivo. I datori di lavoro possono assegnare a questi dispositivi un'app del proprietario del dispositivo già installata in grado di configurare le impostazioni globali del dispositivo.

Acquisizione e condivisione schermo

Android 5.0 ti consente di aggiungere funzionalità di acquisizione e condivisione dello schermo alla tua app.

Con l'autorizzazione dell'utente, puoi acquisire video non protetti dal display e pubblicarli sulla rete, se preferisci.

Nuovi tipi di sensori

In Android 5.0, un nuovo sensore di rilevamento dell'inclinazione contribuisce a migliorare il riconoscimento delle attività sui dispositivi supportati, mentre un sensore di frequenza cardiaca segnala la frequenza cardiaca della persona che tocca il dispositivo.

Sono ora disponibili nuovi sensori compositi per le interazioni per rilevare interazioni speciali, come un gesto di risveglio, un gesto di alzata e un gesto di occhiata.

WebView di Chromium

Logo Chromium WebView

La release iniziale per Android 5.0 include una versione di Chromium per WebView basata sulla release di Chromium M37, con l'aggiunta del supporto per WebRTC, WebAudio e WebGL.

Chromium M37 include inoltre il supporto nativo per tutte le specifiche dei componenti web: Elementi personalizzati, Shadow DOM, Importazioni HTML e Modelli. Ciò significa che puoi utilizzare Polymer e i suoi elementi di material design in una WebView senza bisogno di polyfill.

Sebbene WebView sia basato su Chromium da Android 4.4, ora il livello Chromium può essere aggiornato da Google Play.

Man mano che diventano disponibili nuove versioni di Chromium, gli utenti possono eseguire l'aggiornamento da Google Play per assicurarsi di ricevere gli ultimi miglioramenti e correzioni di bug per WebView, fornendo le API web più recenti e correzioni di bug per le app che utilizzano WebView su Android 5.0 e versioni successive.

Accessibilità e immissione

Le nuove API per l'accessibilità possono recuperare informazioni dettagliate sulle proprietà delle finestre sullo schermo con cui gli utenti vedenti possono interagire e definire azioni di input standard o personalizzate per gli elementi dell'interfaccia utente.

Le nuove API IME (Input Method Editor) consentono di passare più rapidamente ad altri IME direttamente dal metodo di immissione.

Strumenti per la creazione di app a basso consumo di batteria

Le nuove API di pianificazione dei lavori consentono di ottimizzare la durata della batteria differendo i job in modo che il sistema esegua l'esecuzione in un secondo momento o in condizioni specificate, ad esempio quando il dispositivo è in carica o connesso alla rete Wi-Fi.

Un nuovo comando dumpsys batterystats genera statistiche sull'utilizzo della batteria che puoi usare per comprendere il consumo di energia in tutto il sistema e comprendere l'impatto della tua app sulla batteria del dispositivo. Puoi esaminare una cronologia degli eventi di alimentazione, il consumo approssimativo di energia per UID e componente di sistema e altro ancora.

Visualizzazione per il debug relativo alla batteria utilizzando il nuovo strumento Storico della batteria

Battery Historian è un nuovo strumento per convertire le statistiche da dumpsys batterystats in una visualizzazione per il debug relativo alla batteria. Lo puoi trovare all'indirizzo https://github.com/google/battery-historian.